Alleanze settore navale

Fincantieri: l'accordo con la Francia per il settore navale è una pietra miliare

Dalla integrazione, un gruppo ben bilanciato e capace affrontare cicli. Plauso dalla Fincantieri e Giuseppe Bono sull'accordo per l'avvio di un percorso condiviso, per un'alleanza a tutto campo con la Francia

Plauso da Fincantieri per l'accordo con la Francia
Plauso da Fincantieri per l'accordo con la Francia (ANSA)

VENEZIA - «Il recente annuncio dei Governi di Italia e Francia di un accordo per l'avvio di un percorso condiviso al fine di giungere a un'alleanza a tutto campo nel settore navale, rappresenta senza alcun dubbio una pietra miliare» per Fincantieri: lo ha detto l'amministratore delegato del gruppo, Giuseppe Bono, a margine del Cda che ha approvato la trimestrale. «La prevista integrazione - ha aggiunto Bono - consentirà di creare un gruppo ben bilanciato e capace di affrontare la ciclicità dei settori in cui opera».

Un leader mondiale
Bono ha sottolineato che l'accordo «dà il via alla creazione di un leader mondiale, destinato a diventare un punto di riferimento per tecnologia e portafoglio prodotti nel settore della difesa navale, primo operatore al mondo nel comparto delle navi da crociera e uno dei player principali in altri segmenti ad alto valore aggiunto, come quelli dell'offshore, dell'energia, dei sistemi e componenti per applicazioni marine e dei servizi».