Eventi

Venezia, gli appuntamenti da non perdere martedì 26 settembre

Arte, fotografia, moda e cultura. Un inizio di settimana per arricchire la mente. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi scappare gli eventi migliori in città

Venezia, gli appuntamenti di martedì 26 settembre
Venezia, gli appuntamenti di martedì 26 settembre (Iakov Kalinin - shutterstock.com)

VENEZIA – Una serata all'insegna delle cultura e dell'arte in questo inizio di settimana in laguna. Ecco i nostri consigli per godersela al meglio.
Dalle 18.30, nei due spazi in cui si articola la Galleria ItinerArte si terrà il vernissage delle due mostre dedicate rispettivamente alla milanese Laura Longhitano («Non solo ritratti», mostra personale nello Spazio Rio Terà) e all’artista soncinese Alessandro Pedrini («Spazialità», nello Spazio Campiello). La Longhitano esplora, con tocco lieve e poetico e raffinata eleganza di esecuzione, le possibilità di una figurazione capace di raccogliere la migliore tradizione della bella pittura italiana; Pedrini invece con estremo rigore di approccio, percorre i labili territori di confine tra Astrazione Geometrica e Figurazione sintetica, nella definizione di una possibile koinè della pittura contemporanea capace di far tesoro dell’eredità delle Avanguardie. L’Organizzazione di queste due mostre così come dell’intera rassegna è di Zamenhof Art (Milano- Napoli), in collaborazione con l’associazione Le Pleiadi (Venezia). Entrambe le mostre sono curate da Virgilio Patarini, con Catalogo Mondadori per entrambi, Progetto Cross Over. Le mostre saranno aperte saranno visitabili fino al 5 ottobre, tutti i giorni dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 19, con chiusura il lunedì. Ingresso libero.

La mostra di moda
Fino al 29 settembre a Palazzo Corner Spinelli in mostra oltre 6 mila documenti tessili dalla metà del ‘400 ad oggi, della Collezione Storica e gli Archivi Rubelli. Il prestigioso edificio rinascimentale affacciato sul Canal Grande raccoglie piccoli ma preziosissimi frammenti, imponenti drappi, paramenti liturgici, schizzi e altre curiosità raccontano secoli di storia tessile attraverso pezzi provenienti da tutto il mondo. La Collezione Storica, nata alla fine dell’Ottocento ed in continua espansione, e gli Archivi Rubelli, che conservano le testimonianze delle origini dell’azienda, costituiscono una costante fonte di ispirazione per i designer dell’azienda nella creazione delle nuove collezioni. Tra i manufatti più antichi e preziosi della Collezione troviamo inestimabili tessuti copti, velluti e damaschi di seta cesellati e riccamente allucciolati in oro, risalenti all’ultimo Quattrocento, e un prezioso frammento di velluto cinquecentesco «altobasso» decorato dal motivo della rosetta sormontata da una corona: un tessuto esclusivamente utilizzato per le stole indossate dai Procuratori della Serenissima. Drappi, teli e frammenti proseguono la narrazione della storia dell’arte tessile fino ai giorni nostri, includendo nel racconto documenti provenienti dall’Oriente, dall’Africa e dalle Americhe, collezionati non solo per il loro intrinseco valore, ma soprattutto per l’originalità dei motivi decorativi. Lettere, annotazioni, libri di fatture ed elenchi di clienti dagli anni ’20 ad oggi compongono l’archivio documentale, strumento essenziale nella ricostruzione della storia aziendale, mentre il nucleo grafico dell’Archivio Rubelli conserva centinaia di schizzi e bozzetti per tessuti realizzati dalla fine dell’Ottocento agli anni ’50. La Collezione e l’Archivio Rubelli sono aperti dal lunedì al venerdì su appuntamento. Gli orari indicati potrebbero subire variazioni in corso d’anno, per maggiori informazioni consultate Museimpresa.

Fotografia
Fino al 25 febbraio 2018, la Casa dei Tre Oci di Venezia ospita una grande antologica dedicata a Werner Bischof (1916-1954), uno dei più importanti fotografi del Novecento, tra i fondatori dell’agenzia Magnum. La mostra, curata dal figlio Marco Bischof, organizzata da Fondazione di Venezia e Civita Tre Venezie, in collaborazione con Magnum Photos e con la Werner Bischof Estate, media partner Radio Montecarlo, presenterà 250 fotografie, in larga parte vintage, tratte dai più importanti reportage di Werner Bischof, che consentiranno di ripercorrere i lunghi viaggi che portarono l’artista svizzero negli angoli più remoti del mondo, dall’India al Giappone, dalla Corea all’Indocina fino ad arrivare a Panama, in Cile ed in Perù. Per la prima volta, sarà esposta una selezione di 20 fotografie in bianco e nero inedite che hanno nell’Italia il suo soggetto privilegiato. In essa si coglie l’originalità dello scatto che rivela l’occhio ‘neorealista’ di Werner Bischof.

Per i più piccoli
Tutti i martedì alla libreria Ohana di Fondamenta del Gaffaro, Dorsoduro 3535, si fa merenda mentre si ascoltano tantissime storie. Appuntamento alle 17 per uno spuntino e un tuffo nelle fiabe più belle, in quelle strambe e soprattutto in quelle divertenti. Età: dai 2 ai 4 anni. Contributo: 3€. I titoli saranno scelti in base all’età dei partecipanti. Prenotazione obbligatoria: 0414760642, 3470819588. La tessera di abbonamento al tè del martedì ha un costo di 20€, non ha scadenza e vale 10 ingressi più uno omaggio.