Mostre

Venezia, a Ca’ Giustinian la mostra «Registe alla Biennale Teatro 1934 – 2016»

L'evento organizzato dalla Biennale di Venezia è stato inaugurato il 15 luglio e proseguirà fino al 13 novembre. Un viaggio ed una testimnoianza sulla presenza di tutte le registe donne che sono state ospiti del Festival del Teatro a partire dalla sua fondazione

Venezia, a Ca’ Giustinian «Registe alla Biennale Teatro 1934 – 2016»
Venezia, a Ca’ Giustinian «Registe alla Biennale Teatro 1934 – 2016» (Circumnavigation - shutterstock.com)

VENEZIA – E' stata inaugurata sabato 15 luglio a Ca’ Giustinian (San Marco) «Registe alla Biennale Teatro 1934 – 2016», mostra dalle collezioni Asac(Archivio Storico delle Arti Contemporanee) organizzata dalla Biennale di Venezia, presieduta da Paolo Baratta. I materiali, esposti nel Portego di Ca’ Giustinian, documentano la presenza di tutte le registe donne che sono state ospiti del Festival del Teatro a partire dalla sua fondazione, nel 1934, fino ai giorni nostri. Un omaggio che nasce dalla concezione stessa del 45. Festival Internazionale del Teatro (25 luglio - 12 agosto 2017), che il Direttore Antonio Latella ha focalizzato sulla regia, invitando tutte registe donne. La mostra è il frutto di una selezione a cura di Antonio Latella che ha scelto dall’ASAC fotografie, video storici, locandine, manifesti, cataloghi degli spettacoli e carteggi con le compagnie delle passate edizioni del Festival del Teatro. «Per quanto numerosi siano i documenti che riproducono scene di teatro – afferma il Presidente Baratta - essi non sono che frammenti. Essi attirano la nostra attenzione, possono generare emozioni, sollecitare ricordi, richiamare altri momenti, ma non sono che barlumi e quindi testimoni assai imperfetti di opere e di vita di teatro. E da un archivio non possono che venire frammenti, singolarmente fragili. Sta a noi per varie vie trarne motivi di interesse. Essi ci informano sulle diverse esperienze compiute alla Biennale, ci fanno intuire episodi artistici singolari e una storia fatta di pensieri, di scelte, di affinità e di contrasti lungo molti anni di vita della Biennale Teatro, che iniziò nel 1934. Che questa raccolta sia dedicata in particolare alle donne registe presenti nei programmi del passato non è che un'assonanza con il programma di quest'anno della Biennale Teatro 2017 che il direttore Antonio Latella ha voluto dedicare a registe donne oggi attive, molte delle quali non hanno ancora avuto la possibilità di essere conosciute in Italia. Una scelta, una scoperta, una nuova illuminazione sulla storia e sul presente del teatro».

Un viaggio, una testimonianza
Un viaggio cronologico nella memoria, quindi, che non è solo ricordo ma testimonianza viva, racconto delle infinite possibilità di linguaggio che il teatro offre e che le artiste della storia della Biennale Teatro possono continuare a raccontarci nel loro silenzioso essere state ed essere di nuovo insieme. La mostra è stata inaugurata in occasione della Festa del Redentore, un appuntamento che La Biennale di Venezia ha destinato alla raccolta fondi per lo stesso Archivio. L’iniziativa consolida il programma di mostre temporanee realizzate dal 2010 con documenti dell’ASAC dove vengono portati alla luce frammenti della storia della Biennale di Venezia.
La mostra chiuderà il 13 novembre. Per informazioni: 041 5218828, infoartivisive@labiennale.org, www.labiennale.org aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato aperto dalle 9 alle 17, domenica 9 – 21.