23 agosto 2017
Aggiornato 04:00
Cronaca

Ius Soli infiamma Padova: guerriglia in centro

Tensioni e scontri ieri sera a Padova per la legge sullo «Ius Soli». A fronteggiarsi cortei di Forza Nuova e Centri sociali.

Le forze dell'ordine durante la guerriglia (© ANSA)

PADOVA - Serata di tensione ieri a Padova per due manifestazioni contrapposte inscenate da Forza Nuova, che ha protestato contro la legge sullo Ius Soli, e dai Centri sociali, in risposta all'iniziativa della formazione di destra.


Pedro, Adl Cobas, Cobas e Razzismo Stop da una parte, gli esponenti di estrema destra dall'altra.
Il momento più delicato in Piazza delle Erbe, quando i due cortei si sono avvistati da lontano, e la polizia è stata costretta ad una carica di alleggerimento per evitare il contatto tra le due opposte fazioni; un giovane dei centri sociali, 24 anni, è rimasto leggermente ferito alla testa; alla fine tre persone sono state identificate e fermate dalle forze dell'ordine.
Il presidio di Forza Nuova si è tenuto di fronte alla Prefettura, presenti circa 200 manifestanti. A poche centinaia di metri altrettante persone hanno preso parte alla contro-manifestazione promossa dal centro sociale Pedro, l'Ads Cobas, l'associazione Razzismo Stop e i militanti del Partito Comunista dei lavoratori. Le strade del centro storico sono rimaste chiuse oltre due ore, presidiate dalle forze dell'ordine.