Il caso

Alex, la prima gondoliera di Venezia, è un transgender

"Non sono una donna - spiega - e la lotta del femminismo non è la mia lotta personale". A raccontare la vera storia di Alex due giornalisti radiofonici statunitensi, Kristen Clark e Davide Conrad, con un servizio andato pubblicato su Radio Lab, sito di informazione con base a New York

Alex, la prima gondoliera di Venezia, è un transgender
Alex, la prima gondoliera di Venezia, è un transgender (Facebook)

VENEZIA«Mi chiamo Alex Hai, e sono un transgender». La prima gondoliera donna di Venezia confessa la sua verità dalle pagine di Facebook. Salita alla ribalta delle cronache per aver infranto una decina di anni fa, come Alexandra Hai, il muro di una professione tutta al maschile, ora Hai racconta di essere nata in un corpo di donna ma di sentirsi uomo da sempre. «Non sono una donna - spiega - e la lotta del femminismo non è la mia lotta personale».

A svelare la vera storia di Alex due giornalisti radiofonici statunitensi, Kristen Clark e Davide Conrad, con un servizio andato pubblicato su Radio Lab, sito di informazione con base a New York. "Il mio nome è Alex Hai e sono transgender – ha scritto martedì sulla sua pagina Facebook, Alex -. Il pronome corretto da usare quando vi riferite a me è 'egli' o 'lui' ». Nato di genere femminile in Germania, Alex racconta che già a 3 anni sapeva di essere un uomo, intrappolato nel corpo sbagliato. A 15 la fuga ad Amburgo, a 29 l’arrivo in laguna e il clamore per essere diventata la prima 'donna' a condurre una gondola. 

"La vicenda della 'prima donna gondoliera' diventò inarrestabile: non riuscivo più a dire, vi sbagliate", spiega alla Nuova di Venezia Mestre. Alla soglia dei 50 anni, Hai ha iniziato il percorso di transizione e, sostenuto da associazioni Lgbt, ha rivelato al mondo la sua dolorosa, storia. "Sto diventando chi sono davvero, non so che ne sarà di me, fa paura", conclude.