21 agosto 2017
Aggiornato 17:30
Feste e sagre

Torna San Piero De Casteo

La sagra di Venezia per antonomasia torna a rallegrare un'intera settimana. Dal 26 giugno al 2 luglio ecco cosa vi aspetta alla festa popolare più amata dai veneziani

La Sagra di San Piero De Casteo (© Renata Sedmakova - shutterstock.com)

VENEZIA – Torna dal 25 giugno al 2 luglio la Festa di san Piero De Casteo che con se porta un carico di storia, ma allo stesso tempo si presenta con elementi di novità. Festa popolare tanto amata dai veneziani che negli anni ha saputo rinnovarsi e crescere nella tradizione sempre rimanendo fedele alla sua anima popolare. Tanti i momenti di divertimento previsti per questa nuova edizione tra gastronomia e conderti. Ecco il programma: si comincia da domenica 25 giugno con la Festa Esterna di San Lorenzo Giustiniani, Santa Messa all 10, alle 21.15 concerto della Big Vocal Orchestra, L'emozione di 200 voci che compongono una grande orchestra vocale, probabilmente la più numerosa formazione corale attualmente presente nel territorio veneziano. Un enorme coro che sorprende per l'impatto e conquista per la scelta del repertorio e la cura coreografica: dal pop al gospel al rithm and blues, da colonne sonore di film a celebri brani di musical. Lo spettacolo che la Big Vocal Orchestrapropone è un' esperienza per chi ascolta e per chi canta, perché la loro musica comunica, unisce, racconta, condivide.

La chitarra elettrica e il raggae veneziano
Mercoledì 28 giugno alle 17 presso l’Istituto Buon Pastore «Incontro con i nostri veci» intrattenimento musicale con il complesso I Leoni di San Marco, segue rinfresco, alle 18 conferenza tenuta dal prof. Gianmario Guidarelli docente Storia dell’Architettura c/o Università di Padova «I patriarchi di Venezia e l'architettura: la cattedrale di San Pietro di Castello nel Rinascimento», alle 19.30 mini concerto canoro della Scuola Elementare Gaspare Gozzi di Venezia. Alle 21.15 Guitar Mania, tributo alle leggende della chitarra elettrica. Una band composta da rispettati professionisti che ripropone atmosfere, suoni e canzoni che hanno reso immortale la chitarra elettrica. Uno show carico di emozioni, lungo il quale si percorre un viaggio attraverso i riff leggendari che hanno scritto la storia  della musica rock/pop. Il progetto è guidato da Fabri Kiarelli, chitarra e voce, noto agli addetti per il suo servizio con Dolce Nera,  Tricarico, New Trolls, etc. Alla batteria Marco Orsi (Franco Battiato, Enrico Ruggeri, Ron, Marco Masini), Alberto Bollati al basso  (Mister No, Wine Spirit, Paola Turci, Mike Terrana). Ospite fisso il leggendario Luigi Schiavone figura di spicco della chitarra made in Italy, autore di successo e noto per la sua pluridecennale collaborazione con Enrico Ruggeri. Ulteriore ospite della serata alla Festa de San Piero de Casteo Enrico Zapparoli chitarrista dei Modà. Alle 23.15 Rugagiuffa, proiezione episodi inediti. Proiezione di alcuni episodi inediti della famosa serie Web TV veneziana. I Rugagiuffa fanno ridere tutti, veneziani e non, perché portano sullo schermo del pc la comicità auto-ironica tipica degli abitanti di Venezia e ci accompagnano alla scoperta di  una cittàviva, giovane, multiculturale e ancora ricca di tradizioni. Gli attori saranno in campo a far festa con noi. Giovedì 29 giugno solennità di S. Pietro Apostolo, Santa Messa alle 15 e alle 18. Alle 19.30 mini concerto canoro della Scuola Elementare Istituto San Giuseppe di Venezia Scuola S. Giuseppe dove la musica è manifestazione del bello, del sogno che ogni bimbo e ragazzo portano in cuore. Alle 21.15 Venice Reggae All Stars, sarà la Festa de San Piero de Casteo ad ospitare un evento imperdibile. Un'importante reunion di musicisti legati alla scena reggae veneziana. Sul palco saliranno personaggi del calibro degli ex Pitura: Sir Oliver Skardy, Furio e Voleno, il singer dei Radio Rebelde BroderD e l'attivissimo Gialloman. Saranno accompagnati da musicisti che in questo ultimo ventennio hanno fatto la storia della  musica reggae in laguna: Mr. General alla batteria, Gianluca Lucky Ballarin alle tastiere, Gabry de Nardis al basso, Alerascogna alle percussioni, Samu Duse alle tastiere e Fede Nalesso al trombone. Una vera e propria serata evento da non perdere.

Cori e competizioni
Venerdì 30 giugno dalle 12 alle 16 rassegna corale in Basilica, concorso corale di musica sacra Claudio Monteverdi: maîtrise de Seine-Maritime (Francia), Šaleški Akademski Pevski Zbor (Slovenia), Corfu Children's Choir (Grecia). Alle 16 proposta estate ragazzi – giochi in campo, alle 18 presentazione Libro Fabro di Francesco Vidotto, alle 19.45 «Musicaspettando…..in coa» con i: Soul Spritz Duo: nati da radici e passioni musicali comuni improvvisando davanti ad uno spritz! Un repertorio di hit soul e pop rivisitate ed originali in veneziano. Pietro (voce, tastiera e chitarra), ex solista dei Joy Singers e Danilo alla voce. Alle 21.15 La mente di Tetsuya in Star Trekking: attivi dal 1999 propongono una serata coinvolgente, appassionante e per tutte le età. In questo loro nuovo spettacolo, sarete proiettati in un viaggio nel tempo, all'interno dell'astronave MDT VOYAGER, guidati dall'equipaggio e dal computer di bordo Clem. Riscaldate le ugole e preparatevi a cantare e a rivivere le più famose sigle di film, telefilm, trasmissioni TV  e altro ancora. Tutti pronti ad intraprendere un viaggio stellare e musicale con La Mente di Tetsuya ed il nuovo spettacolo Star Trekking.
Sabato 1 luglio Santa Messa prefestiva alle 18, alle 16 XXIII regata delle Marie su mascarete in premio simbolica dote ricordando la tradizionale dote che veniva offerta dal doge ai tempi della Serenissima, alle 16.30 in basilica Concerto corale di musica sacra Moira House Girls School di Eastbourne – Inghilterra, alle 17 Spettacolo di Burattini «Arlecchino, Brighella e il Paese della Pace». Alle 17.15 41 esima regata di San Pietro su sandoli a quattro remi, alle 19.30 Trofeo dolce Rita, Gara di torte ricordando Rita Sibilla e la sua passione per i dolci, sllr 19.45 «Musicaspettando…..in coa» con i Kosmonauts: nati un anno fa circa dall'incontro a Venezia di tre musicisti e studenti, la loro musica nasce dalla strada, lì dove hanno registrato i primi pezzi. I Kosmonautas, il cui nome già rimanda agli esploratori per eccellenza, si propongono di sviscerare, poco alla volta, tutti i significati che la parola Jazz può contenere. Al gruppo ultimamente si è inserito un giovane contrabbassista francese. Alle 21.15 I Sensi di Colpa con il nuovo spettacolo Videokiller danno i numeri! Un vero e proprio viaggio sensoriale, dai coloratissimi anni '70 ai meravigliosi anni '80, fino ai ritmi moderni arricchiti e caratterizzati da sapori ed effetti futuristici, tipici del marchio di fabbrica Sensi di Colpa. Per celebrare il decimo anno di attività con più di 1000 esibizioni, verrà proposta la nuova formazione a 8 elementi con la nuova sezione fiati e i preziosi arrangiamenti di Massimo Zanotti Direttore d'orchestra di San Remo 2016.Preparatevi ad uno spettacolo spumeggiante.

La grande chiusura
Domenica 2 luglio solennità di Santi Pietro e Paolo, Santa Messa alle 10.15. Alle 9.45 Corteo acqueo con partenza dal  Canale di S. Giuseppe, alle 10.15 Solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Patriarca di Venezia  Sua Eccellenza mons. Francesco Moraglia, alla presenza del Capitolo Cattedrale Metropolitano. Tradizionale consegna dell’anello piscatorio, alle 11.30 esibizione della Banda musicale di Sant’Erasmo, alle 17 spettacolo di magia e in Basilica concerto di Musica Sacra Abbotsleigh Girls’ Choir and Strings’ (Australia), alle 18 tradizionale gioco veneziano: «Il gioco delle Pignatte», alle 19.45 «Musicaspettando…..in coa» con i Whiskey Facile: il gruppo propone un repertorio principalmente swing italiano, rivisitato e riarrangiato, di autori come Fred Buscaglione, Quartetto Cetra, Enzo Iannacci, Paolo Conte ed un omaggio alla bella canzone Italiana di Domenico Modugno, Milva, Mina e Gabriella Ferri. Alle 21.15 Los Massadores «Siamo certi che nessun altro gruppo musicale si possa vantare, come accade ai Los Massadores, di riempire tendoni da sagra un lunedì qualunque o un mercoledì qualsiasi. Il fenomeno Los è veneto ma presto ne valicherà i confini». Così scriveva dei Los Massadores un noto quotidiano nazionale Folk, pop, rock, salsa: nessun genere viene escluso, così come gli strumenti musicali, anche perché a suonarli sono in nove. Il palco diventa presto un teatro, sia per l'utilizzo di scenografie e travestimenti, sia per le comiche e surreali conversazioni tra la band e i il pubblico. Uno show di due ore con ingredienti semplici: ruralità, dialetto, tradizione e divertimento! Assolutamente da non perdere. In fine alle 23 estrazione della lotteria di San Pietro-