A Venezia

'Scatolettisti' colti sul fatto sul ponte degli Scalzi

Un gruppo di nove persone tra macedoni, kosovari e slovacchi è stato denunciato per truffa aggravata. A cadere nella rete dei truffatori un turista statunitense, il quale, attratto dalle facili vincite dei finti giocatori, tentando la sorte, ci ha rimesso 80 euro

'Scatolettisti' colti sul fatto sul ponte degli Scalzi
'Scatolettisti' colti sul fatto sul ponte degli Scalzi (Adobe Stock)

VENEZIA - Li hanno colti sul fatto, mentre cercavano di triffare alcuni ignari turisti. Gli agenti in borghese della Polizia locale di Venezia hanno denunciato per truffa aggravata un gruppo di 9 persone, 'scatolettisti' impegnati sul ponte degli Scalzi. Si tratta di macedoni, kosovari e slovacchi di età compresa tra i 26 e i 63 anni: un mossiere, sei finti giocatori e due pali. 

A cadere nella rete dei truffatori un turista statunitense, il quale, attratto dalle facili vincite dei finti giocatori, tentando la sorte, ci ha rimesso 80 euro. Solo l'intervento degli operatori di Polizia locale in borghese, avvenuto dopo il passaggio di denaro, ha consentito di sventare la truffa e dimostrare che la pallina, sotto le scatolette, non c’era proprio.

Il turista americano, dopo avere sporto denuncia querela per la truffa patita, è rientrato in possesso della cifra indebitamente sottrattagli.