19 agosto 2017
Aggiornato 07:30
Formazione

La Regione Veneto attiva 176 corsi per formazione operatori socio-sanitari

Case di riposo, centri servizi e ospedali del veneto hanno quantificato un fabbisogno di circa 5mila operatori per il triennio 2017-2019. Una richiesta al quale il sistema formativo e sanitario della Regione risponde attivando specifici percorsi formativi.

La Regione Veneto attiva 176 corsi per formazione operatori socio-sanitari (© Shutterstock.com)

VENEZIA - Via libera dalla Giunta regionale del Veneto ai bandi per formare operatori socio-sanitari. Case di riposo, centri servizi e ospedali del veneto hanno quantificato un fabbisogno di circa 5mila operatori per il triennio 2017-2019. Una richiesta al quale il sistema formativo e sanitario della Regione risponde attivando specifici percorsi formativi che integrino e perfezionino il percorso della qualifica professionale rilasciata dagli Istituti professionali di stato ad indirizzo socio-sanitario. E' quanto prevede la delibera approvata nell'ultima seduta dall'esecutivo veneto, su proposta dell'assessore al Sociale, di concerto con gli assessori alla Sanità e alla Formazione.

I diplomati negli istituti professionali ad indirizzo sociosanitario saranno avvantaggiati
«A seguito della riforma Gelmini della formazione professionale - spiega l'assessore al sociale della Regione Veneto, Manuela Lanzarin - gli studenti iscritti agli istituti professionali di Stato non risultavano più in possesso dei titoli e delle competenze necessarie per operare nei centri servizi e nelle strutture socio-sanitarie di assistenza. La Regione ha quindi attivato, sulla base del fabbisogno indicato dagli istituti assistenziali e dal sistema sanitario regionale, percorsi formativi che consentano di formare operatore sociosanitari adeguatamente preparati ed integrare così con tirocini la preparazione acquisita negli Istituti professionali di stato. I diplomati negli istituti professionali ad indirizzo sociosanitario saranno avvantaggiati, in quanto vedranno più che dimezzato il percorso di preparazione teorica, mediante il riconoscimento di 280 ore di credito formativo».