Il ricordo

Murano, ponte Longo intitolato a Lino Toffolo

Il celebre attore, cantautore e cabarettista muranese di fama nazionale e internazionale, scomparso esattamente un anno fa. Pellegrini: «Giusto riconoscimento a un grande artista».

Lino Toffolo
Lino Toffolo (ANSA)

VENEZIA - Si è svolta questa mattina a Murano la cerimonia di intitolazione del Ponte Longo a Lino Toffolo, il celebre attore, cantautore e cabarettista muranese di fama nazionale e internazionale, scomparso esattamente un anno fa. Presenti, tra gli altri, la moglie di Toffolo, signora Carla, i figli Paolo, Anna e Luisa, l'assessore comunale alla Toponomastica, Paola Mar, i consiglieri comunali Paolo Pellegrini e Sara Visman, il prefetto di Venezia, Carlo Boffi e il vice questore, Marco Odorisio, e il giornalista Giuseppe Barbanti.

Pellegrini: «Giusto riconoscimento a un grande artista»
«A Venezia - ha esordito Pellegrini - ci sono molte strade intitolate ai mestieri di un tempo; pochissime sono invece quelle dedicate alle persone. Ribattezzare questo ponte con il suo nome è il giusto riconoscimento ad un uomo e a un artista che tanto ha amato la sua città e in particolare quest'isola, un gesto di omaggio che anche in Consiglio comunale ha subito trovato l'appoggio di tutti, indipendentemente dagli schieramenti politici. A un anno dalla scomparsa, il ricordo di Lino Toffolo è ancora vivissimo, non solo tra i parenti e gli amici, ma in tutta l'opinione pubblica. La sua venezianità, anzi la sua 'muranesità', che gli riconosciamo con affetto e gratitudine, resta a noi come preziosa eredità». Pellegrini ha poi concluso il suo intervento ricordando alcuni versi di una canzone di Toffolo, ispirata forse proprio al Ponte Longo: «'Na candelina in man, i chierichetti in procession in fila do a do su la riva a fianco del canal el ponteselo i fa, riflessi in acqua i xe un circolo inpissà?».