28 giugno 2017
Aggiornato 00:00
La scoperta

Trovati 11 lavoratori cinesi in nero in un laboratorio tessile

Il provvedimento è seguito all'ispezione svolta dai carabinieri di Cavarzere e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Venezia alla ditta 'Confezioni Chen Xiajiao' dove sono state sorprese al lavoro 12 persone, alcune delle quali hanno tentato di fuggire per sottrarsi al controllo

Trovati 11 lavoratori cinesi in nero in un laboratorio tessile (© ANSA)

VENEZIA - A Cavarezere è stato sequestrato un laboratorio cinese di produzione tessile nel quale sono stati trovati 11 lavoratori 'in nero'. Denunciata la titolare, Xiajiao Chen, 40 anni, per manodopera clandestina, e altri 7 suoi connazionali.
Il provvedimento è seguito all'ispezione svolta dai carabinieri di Cavarzere e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Venezia, alla ditta 'Confezioni Chen Xiajiao' dove sono state sorprese al lavoro 12 persone, alcune delle quali hanno tentato di fuggire per sottrarsi al controllo. Uno solo era regolare, mentre tutti gli altri erano 'in nero'. Inoltre solo 5 erano in possesso del permesso di soggiorno, gli altri erano irregolari. Per questi sono state avviate le procedure per l'espulsione e sono stati denunciati per violazione della legge sull'immigrazione.

Gli investigatori hanno riscontrato numerose violazioni in materia di sicurezza ed igiene, mancanze tali da non consentire ulteriormente la prosecuzione delle attività lavorative.