A Jesolo

Picchia la compagna incinta e aggredisce i poliziotti: arrestato

La donna ha riportato un trauma commotivo. Feriti anche i poliziotti: uno ha subito contusioni multiple guaribili in 20 giorni, mentre l'altro se l'è cavata con 8 giorni di prognosi

Intervento della Polizia a Jesolo
Intervento della Polizia a Jesolo (Diario di Udine)

VENEZIA - Picchia la compagna incinta al quarto mese e, non contento, aggredisce anche i poliziotti. E' successo a Jesolo, dove gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un uomo originario di Chieti. 

L'intervento è scattato dopo che la donna aveva chiamato il 113 senza però riuscire a parlare. Il Commissariato, dopo aver tentato invano di richiamare la vittima, ha inviato degli agenti che hanno trovato sull'uscio di casa un uomo che li ha minacciati e poi aggrediti. Dopo averlo immobilizzato, la polizia ha portato in ospedale la donna, la quale ha raccontato che il suo compagno l'aveva offesa e poi picchiata.

La donna ha riportato un trauma commotivo. Feriti anche i poliziotti: uno ha subito contusioni multiple guaribili in 20 giorni, mentre l'altro se l'è cavata con 8 giorni di prognosi. Il Tribunale di Venezia ha convalidato l'arresto, differendo il giudizio direttissimo al 15 giugno, disponendo inoltre che l' uomo rimanesse in stato di arresto nella casa della madre a Chieti, con l'ulteriore divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con la compagna.