A Scorzè

Nipote ruba a zio e nonna 500 mila euro

Ci hanno pensato i carabinieri a mettere fine a questa attività, punendo l'uomo con la misura cautelare del 'Divieto di Dimora' nel comune di residenza

Indagine dei carabinieri a Scorzè
Indagine dei carabinieri a Scorzè (Diario di Udine)

SCORZÈ - Era riuscito a portargli via tutto, costringendoli a vivere praticamente da indigenti. E' quanto accaduto a Scorzè, dove un 33enne ha estorto all'anziano zio e alla nonna 500 mila euro. Ci hanno pensato i carabinieri a mettere fine a questa attività, punendo l'uomo con la misura cautelare del 'Divieto di Dimora' nel comune di residenza, in attesa della celebrazione del processo per i gravi delitti di estorsione e appropriazione indebita. A darne notizia è l'edizione on line de 'la Nuova di Venezia Mestre'. 

L'indagine è partita dopo una segnalazione dei Servizi Sociali del Comune. Il 33enne era riuscito a impossessarsi dei soldi della pensione dei due anziani oltre che del denaro nelle disponibilità dello zio dopo essere stato risarcito per per la grave infermità subita. Per garantirsi il silenzio dei due anziani, il nipote li aveva più volte minacciati.